top of page

Essere se stess*, come chiave per la felicità e per il benessere.

L'essere se stessi è una delle chiavi per il benessere personale e la felicità. Quando ci sentiamo a nostro agio con chi siamo veramente e non cerchiamo di adattarci a un'immagine stereotipata che non ci appartiene, venduta dal marketing soprattutto della Diet Culture (la cultura della dieta è un sistema di valori pesocentrico fondato su credenze diet), ci sentiamo più sicuri e rilassati. Inoltre, l'accettazione di noi stessi ci permette di vivere la vita in modo più autentico e di stabilire relazioni sane e significative con gli altri e i nostri bisogni fondamentali (come il cibo).


La consapevolezza di sé è un aspetto fondamentale dell'essere se stessi. Significa prendere coscienza delle nostre emozioni, dei nostri pensieri, delle nostre caratteristiche e dei nostri comportamenti, comprenderne la loro origine e il loro significato. Questo ci aiuta a comprendere meglio noi stessi e a gestire i nostri pensieri e le nostre emozioni in modo più positivo.


Essere se stessi migliora il nostro benessere anche perché ci permette di vivere la vita in modo più soddisfacente e appagante. Quando ci impegniamo a seguire i nostri interessi e a fare ciò che ci piace, siamo più felici e appagati. Inoltre, quando non cerchiamo di adattarci alle aspettative degli altri, siamo più liberi di esprimere la nostra personalità unica e di stabilire relazioni sane e significative.


Non per caso infatti la conoscenza di sé è un punto di partenza fondamentale nei nostri percorsi anche di ricostruzione verso il cibo, perché la relazione con se stessi è alla base della relazione col cibo. In questa prospettiva abbiamo dedicato un intero video percorso alla gestione emotiva, strumento necessario nell'essere consapevolmente se stessi.


In sintesi, essere se stessi e avere una buona consapevolezza di sé sono elementi fondamentali per il benessere personale. Accettare chi siamo veramente ci permette di vivere la vita in modo più autentico e appagante, di costruire relazioni sane e significative con gli altri e quindi procedere verso un miglioramento della nostra vita, al contrario di come venga invece percepita oggi l'accettazione con la maschera della rassegnazione attribuita dalla diet culture.


Ricordiamo come l'accettazione sia un principio imprescindibile della psicologia umanistica.

"Esiste un particolare paradosso, quando mi accetto così come sono allora posso cambiare" Carl Rogers fondatore della psicoterapia centrata sulla persona.

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page